I libri di storia generale

I libri di storia generale

I libri di storia generale

Al-Tabari (morto nel 310 H.) visse durante il periodo dell’occultazione minore. La sua opera dal titolo “Tarikh al-Rasul wa-l-Muluk” è priva di informazioni sulle attività dei luogotenenti del dodicesimo Imam e ciò è un’ulteriore indicazione che fa pensare allo svolgersi delle attività Imamite nella segretezza. Comunque egli non segue le attività militanti di altri gruppi Sciiti come i qaramiti e gli ismailiti fino allo stabilirsi del loro Stato nel 296 H.. Egli inoltre fa risalire l’utilizzo delle tradizioni profetiche riguardanti al-Qa’im al-Mahdi proprio a questi gruppi nella loro lotta per il potere durante il periodo dell’occultazione minore.
Al-Mas’udi (morto nel 346) visse durante il periodo della seconda occultazione e fornisce importanti informazioni riguardo il maltrattamento nei confronti degli Imam e dei loro seguaci da parte del califfato Abbasside e gli effetti di questa politica in occasione dell’occultazione. Ciò è reperibile nei suoi lavori intitolati “Muruj al-Dhahab”, “al-Tanbih wa-l-Ishraf” e “Ithbat al-Wasiyya”.

Nella sua opera intitolata “al-Kamil fi al-Tarikh”, Ibn al-Athir (morto nel 630 H.) riporta interessanti tradizioni riguardo allo scisma tra gli agenti del dodicesimo Imam (AJ) e il ruolo degli estremisti in tale scisma, in ispecie al-Shalmaghani. E’ anche possibile che Ibn Athir citi informazioni dal lavoro Imamita “Tarikh al-Imamiyya” di Yahya Ibn Abi Tay (morto nel 630 H.). Sfortunatamente questo lavoro non è più reperibile.

Esistono molti altri lavori e libri storici e geografici ognuno dei quali deve essere sempre usato con lo stesso metodo critico di tutti gli altri.

Commenti

Lascia un tuo commento

* I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori certamente avere valore.